Carola Rackete

Una donna, ancora una donna resiste facendo quel che va fatto. Moltissime delle donne della resistenza italiana a cui fu chiesto “perché?”, nel rispondere hanno pronunciato le stesse parole “ho fatto quel che andava fatto”. Azioni lucide, precise e ripetute governate dalla scintilla che si prova a lottare per la libertà, la giustizia. Antieroiche, umanissime.

Carola Rackete, 31 anni, capitana della Sea Watch 
“La mia vita è stata facile, ho potuto frequentare tre università, sono bianca, tedesca, nata in un paese ricco e con il passaporto giusto. Quando me ne sono resa conto ho sentito un obbligo morale di aiutare chi non aveva le mie stesse opportunità”.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...